Política de Privacidad Política de Cookies
top of page

ITALO DOMINICAN CIGAR FACTORY:
dall'idea iniziale ai contratti internazionali

Come molte delle migliori storie dell'essere umano, l'idea è nata tra un gruppo di amici e parenti che si sono uniti alla comune passione per il tabacco e hanno deciso, in un pomeriggio dell'anno 2018, seduti a un tavolo fumando un sigaro, quasi per gioco, per allestire una piccola fabbrica per la produzione di sigari destinati alla vendita al pubblico localeLa strada davanti a noi si è rivelata più complicata di quanto ci aspettassimo, nonostante il nostro gruppo iniziale comprendesse già professionisti con una rete di conoscenze importanti nel settore del tabacco e che alcuni di loro fossero cittadini dominicani. Tuttavia, in poco tempo e con grande determinazione e tenacia, il nostro team ha saputo confezionare un sigaro ben fatto partendo dalla foglia verde base, creando un blend che inizialmente soddisfaceva le nostre esigenze e quelle dei nostri primi clienti locali. Nel 2020 però, l'incontro con il Master Blender Martin Cornelio ha cambiato profondamente la prospettiva delle nostre aspettative e ci siamo resi conto che, in futuro, avremmo potuto puntare molto più in alto se avessimo preso le decisioni corrette.

 

Al Maestro sono piaciute molto le nostre idee e la nostra visione del futuro, quindi da quel momento Cornelio è sempre stato un consulente integrato nel nostro sistema tecnico e amministrativo che ci aiuta a migliorare giorno dopo giorno.

Abbiamo avuto il piacere di confezionare sigari commissionati da aziende molto importanti, piccole e medie, personalità di spicco del mondo dello sport o anche semplici privati che desideravano un prodotto personalizzato in base alle proprie esigenze e gusti personali. Questo passaggio, che inizialmente enfatizzava meno il prodotto specifico del nostro marchio, in ultima analisi è stato il processo catalizzatore che ha potuto plasmare definitivamente il know-how di Italo Dominican Cigar Factory e darci tutte le nozioni, le conoscenze e la forza che oggi ci mettono in condizione di potersi offrire al mercato internazionale un sigaro dalle caratteristiche organolettiche uniche che è frutto dell'esperienza acquisita in questi anni di lavoro e oltre che di ricerca e sviluppo.

C'ERA UNA VOLTA...
Esistono le coincidenze?

Italo Dominican Cigar Factory nasce principalmente attorno all'impegno e alla determinazione di due grandi famiglie, una italiana e l'altra dominicana, che insieme hanno dato vita a qualcosa di straordinario e di nuovo, che nel profondo nelle nostre anime sentivamo come qualcosa che già ci apparteneva, un po' come quando suoni uno strumento musicale per la prima volta o fai un lavoro che non sai fare ma ti viene bene, in poche parole sentivamo di avere la stoffa per il tabacco.

All'inizio non abbiamo prestato molta attenzione a queste sensazioni, pensavamo che la perfetta intesa tra ogni membro del nostro team fosse frutto dell'entusiasmo, ma poi ci siamo resi conto di alcuni dettagli della nostra vita - e più precisamente del nostro passato - che In un certo senso hanno incredibilmente unito tutti i membri del nostro gruppo iniziale. Il nostro legame con il mondo del tabacco nasce dal profondo del nostro passato, dai nostri nonni e bisnonni, che pur essendo a migliaia di chilometri di distanza tra loro, senza conoscersi e avendo vissuto in diverse epoche, in diverse parti del mondo e avendo

culture diverse, assaporavano il sigaro quasi allo stesso modo. Nonno Giovanni, falegname di professione e originario del sud Italia, era un grande appassionato e conoscitore di sigari, amava fumare il sigaro mentre lavorava o andava a cavallo. La sua seconda passione, il giardinaggio, lo ha portato anche a coltivare delle foglie di tabacco quando era più giovane, ma non ha mai avuto l'opportunità di trasformare la sua passione in un lavoro. A noi nipotini non piaceva molto l'odore del fumo, ma lui, con il suo sorriso sempre smagliante ed il suo sigaro tra le labbra, ci raccontava storie incredibili della sua giovinezza, della guerra che ha vissuto sulla sua pelle, dei suoi viaggi e del valori fondamentali che la vita gli ha insegnato.


C'è poi lo zio Ferdinando (ora tutti lo chiamano zio) che, come nonno Giovanni, è protagonista di simili vicende che hanno portato tutti quelli che lo circondano ad associarlo indissolubilmente all'immagine del puro dominicano. Innumerevoli sono le storie di vita vissuta che zio Ferdinando raccontava ai suoi figli e nipoti, alcune delle quali così affascinanti e così avventurose da essere quasi incredibili, inoltre sapeva raccontarle in un modo così accattivante che sapeva sempre incantare anche agli adulti. Ferdinando è uno di quegli uomini che vengono dalla vecchia scuola, con un'integrità costruita su solidi principi morali, una persona con una storia alle spalle degna di un film, soprattutto per le parti che non ci ha ancora raccontato... e sicuramente ce ne sono ancora molte.


Chissà se le coincidenze esistono o meno, se il futuro è scritto o se siamo tutti pedine inconsapevoli di un gioco del caso, qualunque sia la risposta poco importa. L'importante è che adesso siamo qui per unire la nostra passione per il tabacco... e tutto sommato ci stiamo prendendo gusto.

bottom of page